Cape sante

– Che avete insomma, – gli disse una volta: – da andare sempre a guardare la santa Maddalena che regge il corpo del Salvatore nel quadro della Deposizione?
– E’ perchè ti somiglia, – aveva risposto Tiburzio.

Gretchen arrossì di piacere e corse allo specchio a verificare l’autenticità del paragone; si rese conto di avere gli occhi vellutati e lucenti, la fronte liscia e l’ovale del volto della santa.

– Allora è per questo che mi chiamate Maddalena e non Gretchen o Margherita, che è il mio vero nome?
– Precisamente, – rispose Tiburzio con aria imbarazzata.
– Non avrei mai creduto di essere così bella, – fece Gretchen: – e la cosa mi fa davvero felice, perchè così mi amerete di più.

Per qualche tempo l’animo della ragazza tornò sereno e dobbiamo ammettere che Tiburzio fece lodevoli sforzi per contrastare la sua folle passione. Fu preso dalla paura di diventare monomaniacale e, per dare un taglio alla sua ossessione, risolse di tornare a Parigi.

Théophile Gautier, Il vello d’oro

Caravaggio-Deposizione
Caravaggio – Deposizione